Se oggi utilizzo le mie conoscenze per aiutare gli altri, loro faranno lo stesso con me quando ne avrò bisogno.

Estremo relativo di una funzione

Potreste spiegarmi cosa si intende per estremo relativo di una funzione? Magari facendo qualche esempio. Grazie

Ciao, Jimmy. Cercherò di spiegartelo in modo semplice e chiaro. 

Gli estremi relativi di una funzione f(x) sono il massimo e il minimo che una f(x) può assumere in un intorno di un suo punto c. Essi possono essere relativi o assoluti. 

Detto ciò, procediamo con ordine:  si abbia una f(x) definita in un intervallo [a;b].

1)  Se nell'intervallo suddetto esiste un punto c in cui la f(x) ha un valore che non sia minore di tutti i valori che può assumere in [a;b], allora la f(x) ha un massimo  (ralativo o assoluto ); 

2)  Se in [a;b] la f(x) ha un punto c in cui essa assume un valore che non sia maggiore di tutti i valori che può avere in tale intervallo, allora la funzione ha un minimo (relativo o assoluto)

La differenza tra i MASSIMI e i MINIMI RELATIVI e i MASSIMI e i MINIMI ASSOLUTI sta nel fatto che i primi sono a carattere "locale", mentre i secondi sono il valore  più grande e più piccolo che una funzione può assumere in un determinato intervallo.

Questo in linea generale. Per ulteriori chiarimenti mi trovi sempre qui. Ciao 

Leggi anche: